QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 17 maggio 2017

PARCHEGGI MOLTO AD MINCHIAM - LA NOTA DI UPP

Aspettiamo chiarimenti dalla persona citata nel post. Il blog rimane a disposizione.

UPDATE:  nei commenti la risposta/spiegazione di Rosalba Ubaldi.

Nota di UPP:

IL PESCE PUZZA SEMPRE DALLA TESTA!

Assistiamo quotidianamente al degrado della città, tra immondizia e parcheggi selvaggi; i cittadini ci raccontano con foto e post di una Porto Recanati dove prevalgono gli incivili sui cittadini attenti al rispetto delle leggi e del territorio. Su pagine facebook come "So de Porto Recanati e nun me sta be" e in quelle dei singoli, è un continuo proliferare di immagini di sacchetti dell’immondizia lasciati fuori dai bidoni o di rifiuti ingombranti abbandonati lungo la strada o sui prati periferici. In particolare, il grido di chi si sta stancando di questo scarso senso civico si fa sentire nei confronti dei parcheggi selvaggi, sui marciapiedi e non solo, di auto messe in doppia fila o di traverso a impedire la normale circolazione. In assoluto riteniamo che il più odioso di questi comportamenti è quello di chi parcheggia la propria auto nei posti riservati agli invalidi senza averne diritto: perciò, due giorni fa, ci ha colpito una foto fatta da un residente di un’auto parcheggiata in area riservata ai disabili e, a quanto sappiamo, rimasta ferma lì per più di 40 minuti. Perché ci ha colpito? Perché ci è sembrato di riconoscerla! Chi l'aveva postata ne aveva oscurato la targa, ma lo abbiamo rintracciato e ci siamo fatti dare l'originale della foto, e da li, con il numero di targa, siamo risaliti al proprietario... Si trattava dell'auto del marito dell'attuale vicesindaco, da testimonianze abbiamo poi saputo che è stato proprio il vicesindaco Rosalba Ubaldi a parcheggiare lì sabato pomeriggio. Forse qualcuno storcerà il naso pensando che di problemi questo paese ne abbia già tanti e questo sia solo un piccolo "incidente", ma noi non siamo d’accordo: in una città dove sembra che ognuno pensa di poter fare come gli pare, gli amministratori dovrebbero essere i primi a dare il buon esempio ed a rispettare le regole. Questa amministrazione, invece, sembra che delle regole non ne voglia sapere. Si dice che "il pesce puzza dalla testa", e ora ci è più chiaro perché in molti si sentono autorizzati a dire come il Marchese del grillo «perchè io so' io e voi non siete un c...».

Uniti per Porto Recanati

 

22 commenti:

  1. ROSALBA UBALDI17 maggio 2017 20:49

    Sono fuori città fino a domani pomeriggio e ho letto che upp ha evidenziato che sabato pomeriggio ho parcheggiato su un posto riservato agli invalidi. Primo me ne dispiaccio molto per aver scambiato quel posto riservato agli invalidi per un posto riservato al carico e scarico. Poiché sono passata alla conferenza sulle vaccinazioni alla Diaz per mezz'ora, nella fretta mi era sembrato di vedere il simbolo del carico e scarico e non ho fatto minimamente caso al cartello subito a nord. Al rientro verifichero'. Vedo che sono molto controllata e quindi sarà facile per chiunque controllare che metto sempre il ticket e parcheggio sempre al meglio. Io non ho mai detto di essere perfetta e come tutti gli esseri umani posso sbagliare. Mi preoccupa però constatare che sono controllata al limite dello stalkeraggio e fa un altro verso mi tranquillizza. Con tanti controlli posso essere sicura nei miei spostamenti. Addirittura fatte le indagini (chissà chi ha suggerito dati in possesso della motorizzazione civile o comunque non così facilmente reperibili come la proprietà sigh!!) . Ma mi preoccupa ancora di più chi, anziché chiamare i vigili urbani e far rilevare l'infrazione che avrei pagato senza esitazione aggiungendo le scuse, si preoccupa prima di reperire informazioni sulla proprietà  (chissà come è cosa c'entrava visto che avevano appurato che l'autore del "misfatto" ero io )  e poi pubblica foto nascondendo la targa (mi sembra intelligente dopo aver detto il proprietario) e ne fa un comunicato stampa urbi et orbi. Mi preoccupa lo stato di salute di chi si diverte cosi. Potevate e dovevate  esercitare un diritto/dovere di far sanzionare una infrazione anche con la decurtazione dei punti dalla patente.  La realtà è che non l'avete esercitato. E questo non vi fa onore di sicuro. E mi fermo qui. Buona vita ragazzi upp.  Sbagliare capita a tutti!
    Rosalba Ubaldi 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pagare il parcheggio rientra tra i doveri di un cittadino civile, non è da supereroi.
      Da una persona come lei, che riveste la carica di vice sindaco e che per lavoro si è occupata di sociale per tanto tempo, mi aspetterei un controllo minuzioso della segnaletica in presenza di parcheggi per invalidi.
      In tutta onestà considero malissimo chi si comporta così

      Elimina
    2. La solita cittadina "al di sopra di ogni sospetto". Una rivoltatrice di frittate, che accusa chi l'ha beccata in flagrante sosta abusiva di non aver chiamato i vigili urbani e farla multare. Dov'è il vigile che lo farebbe?
      Non c'è poù dignità e il pippone che ha scritto lo dimostra lucidamente.

      Elimina
  2. Suvvia, giusto il tempo di una piadina! E magari guardava fuori se a qualcuno serviva il posto! Tanto fanno tutti così!
    Oppure no...

    RispondiElimina
  3. Dopo il pentimento merita l'assoluzione, per penitenza un rosario intero!

    RispondiElimina
  4. Onestamente non credo che una sosta possa diventare argomento di censura politica per cui, per quello che serve e non so neanche se l'interessata lo gradisca, esprimo solidarietà alla signora Ubaldi auspicando, per il futuro, che il dibattito politico in questa città si sviluppi sempre e solamente su temi politici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La censura non sarà politica, ma è inequivocabilmente morale. Chi ha incarichi pubblici ha, se vogliamo, un dovere in più di rispettare la legge in qualunque forma (ha mai sentito la storiella della moglie di Cesare?). Signor De Martino, ci rifletta un po' e forse si accorgerà che la sua solidarietà è "pelosa", da vergognarsi.
      Spesso il silenzio è la scelta migliore.

      Elimina
    2. La solidarietà del Sig. De Martino sa' di lecchinag gio lontano un miglio,non è una disgrazia ad aver colpito la signora,ma un comportamento da censurare come minimo, se lei non vuole e' padrone delle sue azioni oppure gli lo dica in privato, ma la solidarietà espressa così in questa occasione è risibile

      Elimina
  5. La tranvata sui denti che deve aver sentito l'autore della denuncia dopo aver letto la risposta di altissimo senso civico del nostro sindaco è lapalissiana, la giustificazione un po' meno: non possiamo credere che si possa scambiare un Park disabili per un carico e scarico soprattutto se questo sta a 10m da una casa che frequenti quotidianamente da almeno 20 anni......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vice sindaco. Il Sindaco è Mozzicafreddo.

      Elimina
  6. Dove è finito il commento del sindaco così prezioso e rassicurante? L'avrei riletto una volta al giorno@

    RispondiElimina
  7. Tutti dovrebbero fare molta attenzione perchè, parcheggiare in un posto per disabili, secondo l'ultima sentenza della Cassazione è "violenza privata".
    Ahia..iahi..

    RispondiElimina
  8. Da quanto tempo parcheggiare sul carico/scarico sarebbe permesso?
    Cosa aveva da scaricare il vice sindaco? Le sue colpe?

    RispondiElimina
  9. Premesso che anche a me non piace chi parcheggia nel posto riservato ai disabili,ora mi aspetto di veder pubblicati sui vari media tutte le auto che si macchiano dello stesso reato e anche che si perda lo stesso tempo per l' identificazione.Inoltre partendo dal fatto che chi fa la foto è indaga sia puro come la neve e non commetta mai questo reato per sbadataggine.Da cittadino mi aspetterei che una forza politica all'opposizione usasse il tempo per contrastare politicamente il suo avversario politico , per esempio ddicendici perché il bilancio ritarda o perché l'amministrazione è arrivata allo scontro con l'organizzatore della Notte Rosa.Adesso potete anche dirmi che sono un lecchino , l'importante è che siate convinti voi!

    RispondiElimina
  10. Tutto giusto UPP però... siete attenti ai problemi della città esattamente come gli amministratori che criticate. Insomma, un post del genere me lo aspetto in un paese dove non ci sono altre criticità. Ai cittadini non gliene viene niente, è una cagnara sterile: com'è la Ubaldi lo sa chi la vota e chi non la vota e credo che nessuno si sia stupito di questo "scoop" perché non è sul buon esempio o il senso civico che ha fatto campagna elettorale.

    RispondiElimina
  11. Mi dispiace, ma non sono assolutamente d'accordo con chi minimizza l'importanza del parcheggio che la vicesindaco ha fatto sugli spazi riservati ai disabili. La cosa è tutt'altro che secondaria, soprattutto quando una simile violazione è commessa da chi vanta il merito di tutelare i diritti dei cittadini, che pretende di amministrare.
    In primo luogo mi sembra grave l'arroganza di chi non rispetta le regole, che tutti sono tenuti a rispettare, calpestando un valore di cui peraltro dovrebbe farsi esempio, per il ruolo che riveste. Tutto questo a mio avviso denota una pessima considerazione e una grave mancanza di rispetto, non solo verso i disabili, ma nei confronti di tutti i comuni mortali che verrebbero multati per analoghi comportamanti.
    In secondo luogo mi sembra gravissimo il modo in cui la vicesindaco ha tentato di giustificarsi. Per quanto il tentativo sia risibile, e persino ridicolo, è evidente come la signora ritenga di avere a che fare con degli idioti, se pensa che le sue giustificazioni siano credibili. Se invece fosse in buona fede, c'è da chiedersi come mai non ritenga di prendere in seria considerazioni le sue dimissioni visto che in una sola volta ha dato prova di non conoscere il suo paese (tanto da non saper distinguere il segnale di parcheggio riservato ai disabili da quello dei "carico e scarico"), oppure di non essere davvero capace di distinguere la segnaletica stradale. Inoltre non si capisce perchè a lei dovrebbe essere lecito parcheggiare sui parcheggi riservati al "carico e scarico", senza curarsi del fatto che quello è un parcheggio lasciato a disposizione di gente che ne ha bisogno per poter lavorare!!!
    Come la mettete la mettete, secondo me la domanda è una sola: con quale criterio parteciperà al governo del proprio paese chi dimostra di comportarsi senza alcun rispetto per gli altri e, senza evidentemente accorgersi di aggravare la situazione, si arrabatta in scuse vane?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte che ti rispondi da solo, ma la Ubaldi non è la signora che, commentando l'impostazione della delibera del Burchio la sera che la Montali proponeva al Consiglio di affossarla, disse: "E io chi sono per dire di no a un privato?". Beh, per esempio nel novembre 2013, quando "la sventurata disse sì" alla Coneroblu, era il sindaco di Porto Recanati. Quindi nel 2016 553 persone hanno votato amministratrice una persona che non si rende conto di esserlo. Fate un po' voi.

      Elimina
    2. Parliamo di parcheggi per disabili e arriva qualcuno che ci infila ilBurchio. Abbiamo bisogno di un buon dottore?

      Elimina

    3. Ciao 12:18 e scusami se non ho notato prima il tuo prezioso intervento. Mi sa che in questo caso il Burchio preoccupa più te che me: infatti quello che ho scritto serviva unicamente a portare un esempio concreto in cui Ubaldi aveva già dimostrato di non saper fare l'amministratore, non avendo la coscienza del suo ruolo.

      Ergo, ribadisco il ragionamento per te che sei delicato e intelligente, come potremmo pretendere che si comporti da amministratore modello nel caso del parcheggio per disabili?

      Ora, mi raccomando: per la dignità almeno dei tuoi figli trova la forza di palesare il tuo volto quando insulti tra le righe la gente. O hai paura che ti faccia "buh!" quando ti incontro per strada, dopodiché te la fai addosso? Ciao Bunny Bugs!

      Elimina
  12. Come h a sempre fatto...

    RispondiElimina