QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 29 dicembre 2015

LORETO MARINA (ALTRO CHE BURCHIO.....)

Mentre tra qualche settimana dalle nostre parti si ricomincerà a parlare di Burchio con la sentenza che sull'argomento emetterà il Consiglio di Stato e i copiosi commenti dei pro e contro il progetto che ne conseguiranno, tra l'indifferenza generale, a Montorso (Comune di Loreto) è spuntato un cartello...

La chiameranno "LORETO MARINA", ovvero, per capirci, propaggine collinare della Porto Recanati che si estende dietro il supermercato OASI. Perchè si, vi piaccia o no, ma io quella zona la considero una estensione di Porto Recanati verso Loreto. E non viceversa.

Una colata di cemento invaderà quella collina che gode della  vista del nostro mare e della panoramica del nostro paese. Proprio lì, a due passi da casa nostra.  65 mila mq di area residenziale e commerciale. Di cemento made in LUXURY REAL ESTATE  DEVELOPMENT (da ricerca sul web mi riconduce verso DUBAI....)

 I rischi geologici, ovviamente, saranno tutti a valle. Anche se a nessuno importerà moltissimo. 

Che si fa? Vi avanza qualche comitato? Si fonda qualche gruppo Facebook "NO LORETO MARINA" ? Ci si incazza un po' come per il Burchio?

O semplicemente si tace?




40 commenti:

  1. spero solo che sta volta la rete fognaria sia fatta a regola d'arte, altrimenti se aggiungiamo gli scarichi dei cessi di questa zona a quelli della zona nuova delle grotte, vedremo in futuro altre belle estati di cacca!

    RispondiElimina
  2. Argano qui non ci sono quelli di montarice a cui chiedere i voti... vedrai che non fregherà nulla a nessuno. Tanto la politica si muove solo quando c'è da chiedere i voti.

    RispondiElimina
  3. Ma come non siete pronti a fare un comitato per il "no cemento fornace loretana" a Porto Recanati ?
    Non è una collina che ospiterà turisti con panorama sul nostro mare alla faccia nostra?Eppure quella collina ha più valore della steppa del Burchio!Non venite casa per casa a chiedere firme per la collina oltraggiata dai nostri cuginetti Loretani?Non fate un pellegrinaggio in Santa Casa per chiedere un miracolo?Siamo sicuri che su quella collina non sia caduta una goccia di sudore di un angelo mentre trasportavano la " Casetta"?

    RispondiElimina
  4. contiamo talmente poco che ci vengono a espugnare pure i lureta'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No anonimo 17.16, i Loreta non ci espugnano.E' territorio loro.Solo che loro i terreni agricoli supersfruttati, che non hanno più niente da offrire cercano di farci del profitto!Non li considerano dei gioielli da salvaguardare anche se sono sterili e con affacci su zone degradate.

      Elimina
    2. Invece il burchio dove si affaccia ?? Autostrada e hotel house

      Elimina
    3. Proprio al Burchio mi riferivo!

      Elimina
  5. Loreto sta distruggendo tutta la parte "quasi Porto Recanatese" del loro territorio. Dopo l'urbanizzazione fatta velocemente e male nella Zona Oasi (hanno fatto i capannoni in fretta e furia ma senza considerare i flussi di traffico, le strade, i marciapiedi...) adesso continuano con questa ulteriore colata di cemento. Quando ci renderemo conto che il grosso del turismo dalle città viene per il territorio e non per i centri commerciali (che hanno più grandi e più serviti in città) o per le strade a scorrimento o i palazzi e le villette sarà troppo tardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che le villette non te le fanno lì perché ci sono i centri commerciali!

      Elimina
    2. in che senso? dopo o capannoni in pianura fanno le villette nella collina dietro...comunque consumo di suolo insensato!

      Elimina
    3. Insensato per te!

      Elimina
    4. Insensato per me e per tutti quelli che pensano che il paesaggio vada tutelato. Sensato per quei pochi che ci faranno i soldi sopra a scapito della comunità. Spero che sei tra questi...sennò sei il solito demente che crede alla favola dello sviluppo con il cemento.

      Elimina
  6. Molto in linea con l'orientamento nazionale "metri cubi zero"!
    Mi piacerebbe sapere l'opinione del PD e se considera questa ennesima speculazione edilizia un momento di crescita e di sviluppo per il comprensorio.
    D'altronde le menti pensanti del PD si erano espresse in senso favorevole al Burchio e dunque per coerenza non dovrebbero essere contrari.
    Qualcuno dirà che ci saranno nuovi posti di lavoro.
    Qualcuno dirà che è un modo per riqualificare un'area dismessa.
    Qualcuno dirà che non bisogna essere contro il progresso.
    Ce ne sarà uno che dirà: ma dopo le esperienze fallimentari di questi decenni,sarà il caso di fermare queste costruzioni?
    Spero di si, ma credo di no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ossessionato delle 17.48, il Pd non governa a Loreto!
      Il Pd non è stato mai favorevole al Burchio tranne che nella tua testa ( ma non nei fatti o nelle carte !)Ed io se trovo una villetta che mi piacerà me la compro perché tanto costa sicuramente meno del Porto!

      Elimina
    2. "il pd non è mai stato favorevole al burchio" scolpitelo all'ingresso della sede del partito!

      Elimina
    3. Ano 22,12,sono tutte malelingue. ..E poi voi non siete mai stati democristiani!

      Elimina
    4. E' già agli atti e quello conta, ma per quelli come te non ci sono le medicine, diceva mio nonno!

      Elimina
    5. Me lo dovrebbero dire i SOCIALISTI se sono favorevoli a questo MARINA LORETO... a Loreto governano i SOCIALISTI!

      Elimina
  7. Anche il vecchio ristorante airpark era a... Loreto a mare... Come recitava la pubblicità di tvrs (?)

    RispondiElimina
  8. ANCONA-Una scuola per abbattere il bosco a Loreto?
    Italia Nostra
    www.italianostra.org, 30/05/2013

    La Provincia di Ancona sta ancora attendendo risposta dal Comune di Loreto sulla ben nota vicenda della cementificazione di Pizzardeto a Montorso, oggetto di numerosissime contestazioni. In base alla documentazione fornita, il comune risulta non aver risposto “relativamente all’accertamento in loco della esatta perimetrazione delle aree con versante superiore al 30%” che impedirebbero la cementificazione dell’area, né ha risposto alla osservazione avanzata dalla provincia di Ancona, con propria delibera n. 9 del 3 aprile 2012, in merito alla presenza dell’area boscata, tutelata dal Piano paesistico Ambientale, a suo tempo recepita anche dal piano regolatore Comunale.

    La Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici della Marche già nel 2012, con lettera a firma del Soprintendente Cozzolino, richiedeva al Comune l’inoltro del progetto di lottizzazione perché l’area in esame rientrava tra quelle tutelate ope legis dall’art. 142, comma 1, lettera g) del Decreto legislativo n.42/2002 in quanto “sono comunque di interesse paesaggistico e sono sottoposti a tutela i territori coperti da foreste e da boschi”. Più recentemente il nuovo Soprintendente, arch. Stefano Ghizzi, ha richiesto formalmente al Comune l’inoltro del progetto di lottizzazione dal momento che in una recente riunione si sono rilevate “numerose ed alte criticità dall’esame informale degli elaborati di lottizzazione, per ciò che concerne gli aspetti legati alla tutela dell’area del significativo esempio di archeologia industriale della Fornace Pizzardeto”.

    L’area, a quel che risulta dalle mappe storiche dell’Esercito Regio Italiano, è stata anche interessata dalle fasi della battaglia di Castelfidardo per l’unità d’Italia; tale area è pertanto anche soggetta a tutela in base alla legge della Regione Marche n. 5/2010 “Valorizzazione dei luoghi della memoria storica risorgimentale relativi alla battaglia di Tolentino e Castelfidardo e divulgazione dei relativi fatti storici”. In ambienti ben informati giunge infine l’indiscrezione che per buttare giù il bosco tutelato si accamperebbe ora la necessità di realizzare, nell’ambito della lottizzazione, anche una scuola che rappresenterebbe il motivo di interesse pubblico per giustificare la sua eliminazione e favorire così la cementificazione dell’area (30.000 metri cubi di villette).

    A questo punto sorge spontanea la domanda: quanto sono grandi gli interessi dietro questo progetto di cementificazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come quelli presenti in tutti i progetti di cementificazione analoghi.
      Enormi.
      Poi gli intelligentoni di turni parleranno di sviluppo,poti di lavoro eccetera,eccetera.

      Elimina
  9. Chi è senza peccato scagli la prima pietra. Fortuna Loreto, almeno andrete a rompere i coglioni a loro. A noi ce li avete fatti grossi come cocomeri, con sta solfa della cementificazione. Il mondo progredisce nonostante la massa di oscurantisti al cacio e pepe. Basta leggere Italia Nostra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come al solito si confonde il cemento con il progresso: il mondo non progredisce cementificando, il progresso del mondo è scollegato dall'edilizia.

      Elimina
    2. La civiltà è il cemento. Tu non penso che vivi in una capanna di foglie e canne.

      Elimina
    3. Le foglie no,ma le canne...

      Elimina
    4. La civiltà è il cemento?...ahahah...ahaha...ma lascia stare va! Immagino con orrore l'idea di civiltà che ha in mente uno che dice una cosa del genere...! spero che sei uno dei pochi che ci farà i soldi dietro a sto schifo...almeno hai un motivo per sparare certe cazzate! Ma a quanto pare dovresti essere Arabo...visto che i soldi li faranno loro!

      Elimina
  10. Dubai??
    Allora lo stato islamico (ISIS) ha iniziato la colonizzazione da Loreto?

    RispondiElimina
  11. che figata!!! io compro subito!! speriamo inizino presto a costruire...

    RispondiElimina
  12. Ma perché non facciamo un ragionamento leggermente più serio ed articolato sulla situazione urbanistica che affligge e circonda il territorio di Porto Recanati , dove in territorio di Loreto entra profondamente nel nostro dividendolo in due e dove la spregiudicatezza delle Amministrazioni di Loreto hanno fatto scempio di un luogo che sarebbe stato opportuno concordare urbanisticamente con il nostro Comune, dove anni di ragionamenti inutili da parte nostra ci portano negligentemente a vivere una realtà urbanistico/speculativa con conseguenze pesanti derivanti sul nostro Comune.
    In pratica , al di là della bellezza o bruttezza dei manufatti .Loreto riceve benefici economici e Porto Recanati ne ha solo che sopportare le conseguenze in termini di traffico, acque reflue, rapina dell'economia locale e degrado del cuore urbanistico alle spalle del Paese.
    Tutto parte da lontano ,anni 80/90, dove amministratori ,padri di Alternativa Civica non seppero cogliere al balzo l'offerta della Santa Casa di donare l'area Pizzardeto al Nostro Comune in cambio di una eguale superfice da urbanizzare nella piana di Scossicci.
    Li ci avremmo fatto il nuovo campo sportivo , i servizi logistici del Comune e sarebbe diventata un'area verde alle spalle del nostro centro. Tale proposta fu bocciata dalle predette persone ,anche perché il nostro propositore politico Lucci (assessore) non era più nel fulgore politico e come al solito, qui da noi , le contrapposizioni personalistiche prevalsero su di una logica futuristica di salvaguardia del Paese , a discapito degli interessi dei nostri concittadini quale ora ne è il pessimo risultato di queste scellerate scelte del Comune di Loreto.
    Ricordare ciò che si è fatto fa sempre bene alle future generazioni che salvaguardano l'interesse di pochi ,vedi l'enfasi di questi giorni sulla viabilità del mercato, con esultazioni pubbliche di ieri mattina ,alla vista dei tecnici e vigili che tardivamente affrontavano il nuovo percorso di uscita a nord della viabilità .
    Cose giuste, ma irrilevanti nel contesto di un programma elettorale dove spade di Damocle pesantissime incombono sul nostro futuro , che vanno dalla difesa della costa ,e qui apro una parentesi dove dovranno essere coinvolte tutte le categorie oltre gli esercenti balneari e soprattutto i cittadini in una Class Action affinché si pongano le basi solide di una gestione non egoistica di categoria ma di assoluto interesse generale del Paese.

    RispondiElimina
  13. A noi loretani per anni non avete concesso lo sbocco al mare con un piccolo pezzetto di terra magari verso scossicci? Adesso prendetevi tutta la zona commerciale e gli scarichi di liquami prodotti. Così imparate ah ah ah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loretani, guardate che di sbocchi al mare ce ne avete più di otto chilometri. Dite a Pieroni che dia una mano a Porto Recanati, così il vostro naturale sbocco al mare sarà anche più attraente.

      Elimina
  14. Chissà cosa ne penseranno i socialisti di Paese Vero e i socialisti del Locale PSI dopo le battaglie su burchio. Si metteranno a fare la guerra al loro assessore regionale loretano?

    RispondiElimina
  15. Sinceramente io ho fatto sempre la stragrande maggioranza della spesa fuori dal porto nella grande distribuzione perché qui in paese i prezzi sono stati sempre alti su tutto pure sul carbone.Adesso devo ringraziare Loreto se mi ha portato ad un passo da casa quasi tutto quello che mi serve!E tranquilli che non sono l'unico a pensarla così!
    Tanto qui da noi comandano sempre quelli del " no a tutti i costi" e molti commercianti non hanno capito ancora che tenere prezzi da " Venezia" senza inventarsi niente per attirare la clientela non serve a nulla ......però la colpa è del corso chiuso!ah ah ah ah

    RispondiElimina
  16. C'era una volta il verde...........

    RispondiElimina
  17. I No al Burchio de noantri non dicono niente? certo questa lottizzazione non li riguarda....ambientalisti quando conviene

    RispondiElimina
  18. C è lavoro per i muratori, basta prendere la residenza a loreto!

    RispondiElimina
  19. Attilio Fiaschetti3 gennaio 2016 13:12

    ecco alcuni esempi di recupero e rispetto dell'ambiente e della storia di unpaese.
    http://www.lamemoriadeiluoghi.it/index.php/maiolati-spontini/119-la-fornace-luogo-storico
    http://www.designrepublic.it/viewdoc.asp?co_id=2499
    http://www.verdinisrl.it/progetti_speciali.asp
    http://www.coquusfornacis.it/


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concetto che accomuna gli esempi di recupero che hai linkato è "mantenere la memoria" e purtroppo dalle nostre parti non è un sentimento molto sentito. Non conosco il progetto di edificazione della collina e se prevede di radere al suolo la Fornace di Loreto che credo sia stata indicata (fonte Italia Nostra) come un esempio di archeologia industriale. Purtroppo Attilio credo sia una causa persa. La Soprintendenza pone quesiti sui luoghi tutelati che poi cadono nel nulla. Per i loretani quella zona è talmente periferica e non impattante con la loro vita quotidiana, che se ne fregheranno altamente se sarà edificata o meno. I portorecanatesi se ne interesseranno quando si rileveranno dei "problemini" con le fognature o con il terreno che, alle piogge intense, magari franerà un po'.

      Elimina
  20. ITALIA NOSTRA MARCHE6 gennaio 2016 19:40

    Cari amici,
    contro la lottizzazione del Pizzardeto a Montorso di Loreto, le Associazioni Ambientaliste sono insorte fin dal 2011; attualmente, dopo il ricorso di Italia Nostra al presidente della repubblica, si attende udienza davanti al Tar marche (dove il ricorso è stato ricondotto su richiesta del comune di Loreto) in primavera.
    La questione è ancora più vecchia del maledetto Burchio.Informarsi please prima di sparare sentenze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Italia Nostra. Eravamo a conoscenza dei contenziosi aperti. Prendiamo atto che, da quanto riferite, la questione è ancora "pendente". Permettetemi però di rilevare che è alquanto strano che di fronte ad una questione "ancora pendente" sia apparso un cartellone pubblicitario dal quale si evince in modo piuttosto chiaro che l'operazione Loreto Marina sia praticamente cosa fatta.
      Se così non fosse, diffidate chi ha eretto quella pubblicità.
      E fatelo subito.

      Elimina