QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 30 luglio 2012

44 TAPPETINI, IN FILA PER TRE, COL RESTO DI DUE

Ma sì, rileggetevelo questo articolo del Corriere Adriatico della primavera dell'anno scorso. E fatevele due risate di cuore. Perché sabato sera scorso abbiamo contato, nel tratto di lungomare compreso tra il balneare Amneris e il grattacielo Bianchi (circa trecento metri di affollata passeggiata) la bellezza di 44 tappetini abusivi.
Ce n'era uno che vendeva cinte e aveva la fila di acquirenti. Consigliamo all'abile commerciante abusivo di munirsi di macchina distributrice di numeri progressivi, allo scopo di evitare ressa tra la clientela.
Vi state chiedendo se c'era uno straccio di presenza delle forze dell'ordine?
Negativo. Alle 22.45 di un sabato 28 luglio, il mercato dei venditori di merce contraffatta che occupano spazio pubblico gratis agiva indisturbato. Restringendo di molto la porzione di strada adibita al passeggio.
In nome del Patto della Sicurezza, ovviamente.




17 commenti:

  1. MI sono vergognato, nessun controllo nessuno che inpedisca questo scempio in una delle più belle passeggiate che io conosca, dobbiamo rassegnarci? che ne dicono gli amministratori.

    RispondiElimina
  2. Gianni (da Loreto)30 luglio 2012 10:02

    Bravi a farlo presente. Perchè sabato sera ho avuto una discussione con uno di questi signori. Mio figlio è stato reo di aver accidentalmente calpestato della merce perchè ci era finito sopra correndo mentre giocava con un suo cuginetto. Il venditore abusivo si è ribellato. Ed io gli ho fatto presente che li non si può stare. Ma aveva un'arroganza come se per lui fosse un diritto. Violano la legge e diventano perfino arroganti. E' uno scandalo. Un vero scandalo.

    RispondiElimina
  3. E la scena dei vucumprà che si nascondono dietro gli chalet al passaggio dei vigili per il lungomare, non la trovate esilarante?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fantastica !!all'arrivo dei vigili in tre dentro una macchina che andava a 10 all'ora ,hanno incartato tutto e si sono tuffati dietro le siepi per poi ritornare dopo che i vigili avevano finito la ronda....ma d'altronde questo è il bel paesino...senza traffico di macchine ...ma di traffico comunque si parla....

      Elimina
  4. Cristian Buffarini30 luglio 2012 10:16

    con l'arrivo della bella stagione e dei turisti a Porto Recanati, come ogni anno assistiamo ad una vera e propria gara di chi viola le leggi e sopratutto di chi dovrebbe farle rispettare e non lo fa: riguardo ai venditori abusivi si potrebbero contestare una serie di reati anche penali che vanno dal commercio su aree pubbliche non autorizzato, vendita di materiale contraffatto e spesso nocivo, vendita di articoli senza le dovute autorizzazioni; altro spettacolo che si vede in giro quotidianamente sono persone, spesso turisti che passeggiano in costume da bagno per le vie del centro, anche questa azione sanzionabile e che dire di quei ciclisti che fanno dei marciapiedi la loro pista ciclabile??? già a giugno non vedo l'ora che sia settembre....

    RispondiElimina
  5. Se fossi un politico ci starei attento con certe dichiarazioni. Perchè tanto la lotta a questo fenomeno mica la vogliono fare. A loro, tutto sommato, sta bene che questo scandalo continui. Fategli pagare la tassa di occupazione del suolo pubblico. E con i proventi abbassate l'IMU.

    RispondiElimina
  6. Fenomeno ormai divenuto prassi, indegno di un paese come il nostro. I politici locali gonfiano le piume con belle dichiarazioni, ma poi ne vedessi mai uno stimolare gli organi competenti per mettere in atto azioni efficaci. Ho letto parlare di tasse per occupazione di suolo pubblico. Ma se il demanio di Porto Recanati, è ormai diventato una torta da spartirsi (tra pochissimi eletti, per non dire sempre lo stesso) per scopi personali e addirittura lucrativi, con che faccia, i relativi delegati, possono prevedere un'ipotesi del genere??? Se non vado errato oggi pomeriggio, c'è il consiglio comunale, per la discussione di 12 richieste da parte di esercenti commerciali, per l'assegnazione in via esclusiva di aree demaniali,da destinarsi a parcheggi privati. Tra queste anche l'area antistante il Lola, che finora, è stato sempre gestito dai titolari della discoteca come fosse area privata (3€ a vettura) e adesso evidentemente necessità un atto formale.Già mi immagino chi ha avanzato la relativa richiesta. Chissà se dei consiglieri di maggioranza, qualcuno avrà il buon gusto di astenersi dal voto per ovvio conflitto di interessi nella questione??? mah!!!

    RispondiElimina
  7. Fiaschetti Attilio30 luglio 2012 13:58

    Personalmente, sia come Consigliere che come movimento, abbiamo interrogato l'amministrazione comunale e suggerito l'unica soluzione possibile per questo SCANDALO nelle vie portorecanatesi. Circa una decina di giorni fa abbiamo inviato alla stampa (tra cui l'Argano)un comunicato per denunciare, tra le varie cose che non vanno sulla sicurezza, il problema dei tappetini. Andate a leggere su cronache maceratesi le risposte dell'Assessore alla Sicurezza. Non tutti siamo uguali. Attilio Fiaschetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la questione non è del tutto pertinente al post, avrei voluto parlarti di persona Attilio, ma siccome questi giorni sono oberato di impegni, lo faccio in questa sede. Sulla questione di cui ho parlato sopra, in merito all'assegnazione del parcheggio antistante il Lola Food in via esclusiva al proprietario, saprai bene che lunedi scorso c'è stato il consiglio comunale per votare l'eventuale accoglibilità della richiesta. Il consigliere Pagano non ha partecipato alla votazione per ovvia incompatibilità, ma indovina un po'?Invece di essere 8 a 8, e quindi impedire l'ennesima appropriazione di demanio pubblico, la richiesta è stata accolta con ben 8 voti contro 5. Assenti i consiglieri Agostinacchio, Pantone e Fiaschetti. Attilio, mi dispiace, ma mi hai profondamente deluso! Sei sempre attento alla salvaguardia di spiagge, giardini e parchi e poi lasci violentare così il demanio di P.to Recanati??? non discuto sulla tua eventuale giustificazione per l'assenza, ma certi episodi lasciano l'amaro in bocca. Olteretutto saprai anche che ancora prima della delibera di accoglimento, il proprietario del Lola aveva provveduto a delimitare con righe gialle, l'area in questione. A questo punto basta la richiesta per considerarsi titolari esclusivi di spazio pubblico?? Sembra che la giustificazione per l'accoglimento sia la finalità pubblica (di un esercizio privato??? è un abominio amministrativo). Invito Zippilli, Farmacia Cruciani, Scuola materna ecc. a chiedere immediatamente l'assegnazione di posti auto pubblici in via esclusiva. Loro si hanno finalità pubbliche vediamo un po' come va a finire.

      Elimina
    2. Fiaschetti Attilio2 agosto 2012 13:29

      Se non discuti la mia giustificazione come fai ad essere deluso? Pensa che sono tornato alle 19.00 a Porto Recanati e visti i tuoi dubbi per fortuna che i presenti al Consiglio mi hanno visto tornare ancora con i panni del lavoro. Invece di avere l'amaro in bocca per questo perchè non protesti per l'orario dei consigli? Io come altri ogni volta facciamo i miracoli per essere presenti facendo l'orario continuato.Attilio

      Elimina
    3. volevo significare che non discuto sul motivo della giustificazione ma sulla tua assenza. come ti ho riferito telefonicamente e qui ribadisco, se l'appuntamento di un consiglio comunale è ritenuto importante (e secondo me lo era), ci si può prendere un permesso dal lavoro (che è comunque retribuito), sapendo che il tuo voto può essere determinante. sugli orari del consiglio comunale, sono pienamente d'accordo con te. se non ricordo male anche quello sull'approvazione del bilancio con seduta di fine giugno è stato fissato in pieno orario di lavoro. evidentemente certe tematiche vanno affrontate a "porte chiuse"! mah!

      Elimina
    4. Fiaschetti Attilio3 agosto 2012 00:05

      quasi tutti i consigli vengono fissati a metà pomeriggio e questo è il vero problema insieme alla mancata partecipazione dei cittadini. Chiedere un permesso anche se retribuito( personalmente non ne ho mai usufruito come non percepisco gettoni di presenza)non è sempre possibile,almeno nel mio lavoro. Ciao

      Elimina
  8. se sabato prossimo ci mettessimo alcuni di noi con tappetini vari al fianco di questi signori abusivi e dovessero passare i vigili oppure il sindaco.....cosa succederebbe?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che i vigili ti farebbero smammare visto che come italiano haimolto da perdere. Chi inv ece da perdere non ha nulla., se ne sta al posto: tanto che gli fanno? Unbel foglio di via che avrà lo stesso destino degli altri...

      Elimina
  9. OVVERO....CART D' CUL....

    RispondiElimina
  10. In response to the gravity of your break up, give your get back ex spell, , house
    to his or her nerves till such a time that she or he
    is way much less emotional.

    RispondiElimina